Il Progetto “ CAPUA CARDIOPROTETTA ” 
consiste nel posizionare in luoghi pubblici e privati sensibili della città di Capua defibrillatori semiautomatici e l’ addestramento di persone comuni all’ uso degli stessi.
Il progetto rientra nella rete coordinata dal sistema di emergenza 118 per il soccorso sanitario in accordo con le normative vigenti.
Si tratta di posizionare defibrillatori semiautomatici e contrassegnare con cartelli che indicano la presenza del prezioso apparecchio salvavita.
Il defibrillatore è l’unico in grado di convertire con una scarica elettrica un’aritmia maligna che ogni anno, soltanto in Italia, miete oltre 76.000 vittime per arresto cardiaco.
Nell’80% dei casi l’arresto è preceduto da un ritmo defibrillabile e nel 60% dei casi l’evento avviene in luogo pubblico.
E’ per questo motivo che un celere intervento entro i 4- 5 minuti dall’ arresto cardiaco, in attesa dei soccorsi avanzati, un defibrillatore può fare la differenza tra la vita e la morte.
Esperienze già sperimentate in altri Paesi hanno già dimostrato che con una formazione adatta anche a personale non sanitario, correttamente istruito, è in grado di eseguire manovre salvavita in attesa dell’intervento del soccorso sanitario.
Ciò consente di ridurre al minimo i tempi d’ intervento in caso di arresto cardiaco con aumento proporzionale delle possibilità di recupero del paziente (Legge 120 aprile 2001 e legge 69 del 15 marzo 2004).
Coloro che da tempo hanno già reso operativo questo sistema ne documentano l’efficacia.

 

PER SALVARE UNA VITA NON SERVONO SUPER EROI

BASTA UN PICCOLO GESTO ............. IL TUO...!